Tag Archives: cosa fare a Istanbul

Cappadocia, Pamukkale, Efeso

katpa_caminifate Cappadocia – I camini delle fate (foto di Lashin Yasser)

Terra fascinosa e mistica, immersa in un contesto naturale e geologico assolutamente unico, la Cappadocia è una regione difficile da esplorare, specie se ci si reca per la prima volta. In 3 giorni pieni, avrete modo di conoscere le destinazioni di punta annoverate nel patrimonio Unesco e quelle più nascoste e autentiche, rivelatrici dell’identità, delle atmosfere e dei sapori locali: i musei all’aria aperta di Göreme e quello meno noto di Zelve, i camini delle fate, i caravanserragli e le case di pietra, le chiese affrescate e i monasteri nel tufo, i canyon, le città sotterranee i laghi vulcanici. Immancabile il volo in mongolfiera all’alba, quando i colori delle valli dal bianco notturno iniziano ad articolarsi dentro una paletta vivida di sfumature gialle, rosse, rosa, verdi, indaco e viola.

Sarà poi la volta del off road verso Pamukkale, quando i pinnacoli e le forme fantasiose della roccia vulcanica lasceranno il passo alla steppa anatolica prima di raggiungere le cascate di travertino – fenomeno dovuto alle sorgenti termali della zona – appena sotto Hierapolis, città ellenistica e poi cristiana – uno dei più suggestivi siti archeologici della Turchia – in cui scava un’importante missione italiana (tra le scoperte recenti: la tomba dell’apostolo Filippo e il Plutonium per l’ingresso agli Inferi). Da qui verso l’entroterra dell’Egeo, dopo una tappa a Laodicea (una delle “sette chiese dell’Apocalisse) a pochi chilometri da Pamukkale, fino al borgo fascinoso dall’accento greco di Şirince: immersi in giardini di ulivi e viti, a poca distanza dalle vestigia maestose di Efeso.

Struttura del viaggio: 8 giorni, con arrivo dall’Italia a Istanbul e immediato transito in Cappadocia. Tre giorni in Cappadocia nord (Göreme, Avanos, Uçhisar), centro (Mustafapaşa, Keslik, Soğanlı) e sud (Selime, valle di Ihlara, Güzelyurt). Trasferimento a Pamukkale, visita di Hierapolis e del Castello di cotone, tappa a Laodicea. Ultime due notti a Şirince come base per la visita di Efeso. Sistemazione in hotel di categoria boutique e a gestione familiare, trasferimenti in macchina o minivan privato, guide professionali in italiano ed inglese. I pasti saranno liberi, vi consiglieremo locande e ristorantini con particolare riguardo alla tradizione locale.

mongolfiera Cappadocia – Mongolfiera (foto di Lashin Yasser)

10312066_10201910274984064_1361484304_nPamukkale (foto di Lashin Yasser)

IMG_9238 Hierapolis

L07 Laodicea – Templi

ephesus Efeso

katpa3_human_piazza Cappadocia – Piazza umana (foto di Lashin Yasser)

Advertisements

Istanbul romana, (quel che resta del)la colonna di Arcadio

Il basamento della colonna dedicata all’imperatore Arcadio nell’omonimo foro, poi diventato in epoca ottomana il mercato degli schiavi di Istanbul (oggi, Cerrahpaşa). Sarà sul percorso di uno dei nuovi itinerari che stiamo studiando…

IMG_1167

RISCOPRIRE ISTANBUL: Leonardo da Vinci e da Bisanzio

PonteLeonardo03Leonardo da Vinci disegnò un progetto di ponte per il sultano Bayezid II. Anche Michelangelo venne chiamato per realizzare lo stesso ponte. In entrambi i casi non venne realizzato. Però poi oggi a Istanbul… (per leggere l’articolo – dal contenuto sorprendente – seguite la mia rubrica Riscoprire Istanbul su I Fiori del Male)

Riscoprire Istanbul: La nuova via della Seta

FdM 201301 - MarmarayFoto01Il 29 ottobre a Istanbul è entrato in funzione il tunnel ferroviario sotto il Bosforo. Due continenti in quattro minuti, cinque milioni di passeggeri nei primi quindici giorni di funzionamento: è il ritorno in grande stile della via della Seta.

[…]

(l’articolo intero potete leggerlo su I fiori del Male)

Riscoprire Istanbul: La vita tra impero e repubblica in Turchia

1890587_751322258212118_997440135_oIl SALT è uno più interessanti esperimenti culturali a Istanbul. Tra le tante cose anche una mostra che racconta la vita privata di tre generazioni. Un modo per narrare il passaggio tra impero e repubblica. Fino ad arrivare alla epocale riforma di Atatürk.

(l’articolo completo potete leggerlo su I fiori del male, nella rubrica Riscoprire Istanbul di Giuseppe Mancini)

Itinerari a Istanbul

Queste sono brevi dei nostri itinerari: tutti studiati metro per metro ma con spazio per aggiunte o deviazioni a seconda dei vostri ritmi e delle vostre esigenze, tutti rigorosamente a piedi salvo tratti poco interessanti da percorrere coi mezzi pubblici, tutti comprensivi di soste per pranzo e/o spuntini (la nostra politica è di fare proposte e di lasciare a voi la scelta: niente imposizioni). Anche gli orari di partenza possono essere liberamente concordati, gli itinerari per la giornata intera prevedono la partenza tra le 9 e le 10.30 a seconda della stagione.

I bazar di Istanbul: il Gran bazar, il bazar egiziano, Tahtakale – (giornata intera, 8 ore) Un tuffo dentro l’anima vivace e colorata di Istanbul. Inizieremo con una crocierina sul Bosforo – con partenza da Eminönü – per ricostruire l’identità della città sulla scia di testimonianze storiche di viaggiatori, intellettuali e mercanti; ci addentreremo nei passaggi profumati di spezie ed essenze del Bazar egiziano; passeggeremo nei vicoli fitti di botteghe locali, visiteremo moschee e mausolei per poi approdare negli atelier nascosti tra cortili e tetti del Gran bazar: dove batte il cuore della tradizione mercantile ed artigiana della via della Seta.

Le isole dei principi: Büyükada – (giornata intera, 8 ore) Le incantevoli isole del mare di Marmara: già terre di esilio e di monasteri, oggi verdeggianti luoghi di villeggiatura. Visiteremo il centro storico fitto di chiese ed esercizi commerciali di ogni tipo, il museo civico che racconta la storia multi-culturale dell’arcipelago, il monastero di San Giorgio famoso per il pellegrinaggio del 23 aprile; lungo il percorso ammireremo dimore lussuose, giardini ottocenteschi, il gigantesco orfanotrofio della comunità ortodossa tutto in legno.

La Istanbul bizantina – (da attivare)

La Istanbul cosmopolita del XIX secolo: Galata, Beyoğlu, Çukurcuma, Tophane – (giornata intera, 8 ore) Immersione totale in quel che resta dell’antica colonia genovese, ancora famosa per la sua torre-fortezza che domina la silhouette della città: visiteremo chiese e moschee, cammineremo lungo Istiklal caddesi tra magnifici palazzi e negozi retro, assaggeremo le specialità locali, scenderemo fino al Bosforo passando tra deliziosi quartieri fitti di antiquari con ultima tappa alla moschea di Kılıç Ali Paşa (per chi lo desidera: possibile visita al Museo dell’innocenza di Orhan Pamuk)

Le grandi moschee ottomane – (da attivare)

Lungo le mura romane di Costantinopoli, dal mare di Marmara al Corno d’oro con Fatih, Fener e Balat – (giornata intera, 8 ore) Il più classico ed esclusivo dei nostri tour: partiremo dalla stazione del Marmaray di Yenikapı (con favolosi resti archeologici); cammineremo lungo le mura romane di Teodosio, per scoprirne i segreti difensivi; visiteremo la chiesa di Balıklı, che custodisce una sorgente di acqua miracolosa, la moschea di Mihrimah Sultan pina di luce e la chiesa bizantina di San Salvatore in Chora dai mosaici mozzafiato; ci addentreremo nei quartieri di Fatih, Balat e Fener alla ricerca di altre chiese e moschee, tombe di dervisci e santi musulmani, mercati di strada e ristorantini tipici.

Le mura romane di Costantinopoli, Fener, Balat – (mezza giornata, 4/5 ore) Dopo aver raggiunto la porta di Edirne (Edirnekapı), attraverso la quale il sultano Mehmet II entrò nella Costantinopoli appena conquistata (29 maggio 1453), visiteremo la moschea di Mihrimah Sultan e la chiesa di San Salvatore in Chora, seguiremo le mura di Teodosio fino al corno d’oro, ci inoltreremo nei quartieri – in passato abitati da armeni, greco-ortodossi ed ebrei – di Balat e Fener fino alla chiesa del Patriarcato ecumenico di San Giorgio.

I quartieri asiatici: Üsküdar, Kuzguncuk, Kadıköy e Moda – (giornata intera, 8 ore) Appuntamento sul lungomare di Üsküdar: chi alloggia sulla sponda europea può facilmente raggiungerlo in battello o attraverso il nuovo tunnel sotto il Bosforo (Marmaray). Visiteremo il pittoresco quartiere di Kuzguncuk, in passato a maggioranza ebraica e dove ancora oggi la sinagoga, la chiesa greco-ortodossa e la chiesa armena sono l’una accanto all’altra (la moschea è stata costruita negli anni ’50); poi le grandi moschee e il mercato di Üsküdar. Ci trasferiremo in bus fino a Kadıköy (l’antica Calcedonia): visiteremo l’opulente mercato in cui scoprire i cibi locali, le migliori pasticcerie di Istanbul, la chiesa del concilio del 451; raggiungeremo a piedi Moda, quartiere elegante sul mare di Marmara con chiese e rilassanti giardini di tè, per poi finire la passeggiata attraverso la via dello shopping.

I quartieri asiatici: Kadıköy e Moda – (mezza giornata, 4/5 ore) Appuntamento al molo di Kadıköy (l’antica Calcedonia), raggiungibile via traghetto in 20 minuti. Visiteremo l’opulente mercato in cui scoprire i cibi locali, le migliori pasticcerie di Istanbul, la chiesa del concilio del 451; raggiungeremo a piedi Moda, quartiere elegante sul mare di Marmara con chiese e rilassanti giardini di tè, per poi finire la passeggiata attraverso la via dello shopping.

I quartieri lungo il Corno d’oro: Eminönü, Fener, Balat, Eyüp – (giornata intera, 8 ore) La partenza è a Eminönü, dove il Bosforo e il Corno d’oro s’incontrano; visiteremo la “moschea nuova” e la tomba della Valide (potentissima madre del sultano), transiteremo nelle strade commerciali attorno al bazar delle spezie, raggiungeremo e percorreremo i quartieri di Fener e Balat (moschea Gül, in passato una chiesa bizantina; chiesa del patriarcato greco-ortodosso; chiesa delle Blachernae ad Ayvansaray, con sorgente di acqua miracolosa), ci spingeremo fino a Eyüp dove sorge una delle moschee più importanti della città e – attraverso la teleferica – al caffè Pierre Loti sulla collina da dove si può ammirare un panorama magnifico.

I quartieri lungo il Corno d’oro: Fatih, Fener, Balat – (mezza giornata, 4/5 ore) Partiremo dalla grande moschea del conquistatore di Istanbul, Mehmet II: sepolto proprio lì accanto; scenderemo verso il Corno d’oro costeggiando l’acquedotto romano di Valente ed entreremo in un mercato di strada con prodotti tipici dell’Anatolia orientale, raggiungeremo e percorreremo i quartieri di Fener e Balat: moschea Gül (in passato una chiesa bizantina), chiesa del patriarcato greco-ortodosso, chiesa delle Blachernae ad Ayvansaray, con sorgente di acqua miracolosa.

Manifesto

Noi siamo contro il turismo di massa, contro il turismo mordi-e-fuggi, contro il turismo dei monumenti principali.

Noi siamo per i servizi personalizzati, per il piacere della lentezza, per il contatto ravvicinato con le persone e le culture.

Vogliamo mostrarvi Istanbul e la Turchia nelle loro dimensioni più umane, più coinvolgenti, più autentiche.

Istanbul: itinerari tematici che vi permetteranno di conoscere – a piedi, senza fretta – 8500 anni di storia, resti archeologici e capolavori dell’ingegneria (i ponti, il tunnel sotto il Bosforo), mosaici bizantini e moschee, chiese ortodosse e bazar, la cucina e i luoghi dello shopping, il mosaico cosmopolita della città più affascinante del mondo. Alla riscoperta dei dettagli nascosti, senza l’assillo di gruppi numerosi.

Turchia: una selezione di viaggi già sperimentati in ogni angolo del Paese, dai soggiorni mare sulla costa Turchese (anche in caicco) alle rotte culturali verso Efeso e la Cappadocia, dai trekking sulla via Licia o sul monte Ararat ai seminari nella regione del mar Nero, dal cammino sulle orme del profeta Abramo alla Turchia dell’Est dove condivideremo le case e le tradizioni delle comunità rurali curde.