Itinerari in Turchia

Cappadocia, Pamukkale, Efeso – (8 giorni) Il triangolo d’oro della Turchia classica: monumenti imponenti, vestigia di civiltà trascorse, scenari naturali unici (visti anche dalla mongolfiera, all’alba) e il calore umano del popolo turco; un itinerario breve ma comodo e bilanciato, per una gestione su base individuale del tempo. [per leggere la descrizione completa, cliccate qui]

Il Grande Oriente – (12 giorni) Un itinerario lungo gli estremi confini orientali da nord a sud della Turchia. Iniziando a Trabzon sul mar Nero dove la lussuriosa natura verdeggiante e boschiva, entro cui è custodito il millenario monastero di Sümela, lascia via via il passo all’altopiano rosso ocra di Erzurum, capitale selgiuchide dal fascino intatto. Poi ancora boschi, salti d’acqua sorgiva e i verdi pascoli di Kars; il biblico monte Ararat, con le sue nevi perenni e l’immenso lago di Van dalle acque con tonalità dal turchese allo smeraldo, i palazzi Arabesque e le prime chiese cristiane. Infine andremo in Mesopotamia, percorrendo le rive del Tigri da Hasankeyf a Diyarbakır, navigando l’Eufrate da Şanlıurfa al monte Nemrut. [per leggere la descrizione completa, cliccate qui]

Al mare in Costa turchese – (una o più settimane) Un toccasana per gli amanti del relax e delle bellezze naturali, un tesoro imperdibile per gli appassionati di archeologia. Una soluzione alternativa per quanti hanno voglia di sfuggire ai torpedoni estivi senza rinunciare alla formula “soggiorno mare”, che apre il sipario su Kalkan in terra di Licia: un antico villaggio di pescatori oggi attrezzato per accogliere turismo di élite, la base ideale per lasciarsi andare al gusto di scoprire – via terra e/o via mare – gloriose vestigia di civiltà trascorse, in affascinanti contesti naturali dove ogni singolo sito possiede un suo fascino caratteristico e speciale. [per leggere la descrizione completa, cliccate qui]

Mesopotamia – (8 giorni) Un itinerario inedito per scoprire il primo lembo fertile tra i fiumi Tigri ed Eufrate nel Sud Est della Turchia: una piana fertile incredibilmente estesa, dove il cielo sembra farsi prendere al tocco e un vento caldo soffia come carezze sul viso. Culla delle civiltà e serbatoio del Medio Oriente, il Sud Est dell’Anatolia è uno dei territori più peculiari e sensibili del mondo. E’ da qui che parte la storia dell’umanità tutta percorrendo fili di memorie da Oriente a Occidente e viceversa.  [per leggere la descrizione completa, cliccate qui]

Turchia classica

Costa Turchese in Caicco

Turismo sostenibile a Şanlıurfa

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s